Un' indagine svolta da una rivista americana che si occupa di distribuzione industriale ha posto la seguente domanda ai propri consociati: cosa si aspettano dalla vostra azienda i clienti o "potenziali clienti", nel settore dell'e-commerce ?
 
La questione posta ha messo in luce, una fase cruciale del processo base di un e-commerce la cui struttura elementare può così essere schematizzata:
 
 
  • Il punto 1 rappresenta il momento in cui, il cliente o potenziale cliente, ricerca in rete l'azienda fornitirice di "prodotti" o "servizi"di cui ha bisogno. 
  • Il punto 2  è la fase in cui il cliente raccoglie i dati ottenuti con la ricerca.
  • Il punto 3 elenca quali sono le condizioni in base alla quali il "potenziale" cliente sceglie il fornitore di prodotti/servizi. 
  • Il punto 4 rappresenta l'interazione diretta tra cliente e fornitore in cui vengono definite le richieste di base minime, con erogazione del servizio richiesto.
  • Il punto 5 è il feedback che il fornitore di prodotti/servizi dovrebbe fare sempre. Questa fase viene spesso snobbata ed è un grave errore. Questa fase è determinante  per capire o anticipare quelle che sono le esigenze, problematiche o miglioramenti su tutto il processo di e-commerce: ovvero ciò che il cliente o potenziale cliente si aspetta dal fornitore.
L'articolo mette in rilievo anche che è l'evoluzione della tecnologia stessa a spingere il mercato verso sistemi di commercio, diversi da quello tradizionale. 
 
Ad ogni modo chi si incammina verso la strada dell'e-commerce non dovrebbe mai dimenticare di porsi periodicamente e regolarmente la domanda "COSA SI ASPETTA DA ME UN CLIENTE CHE MI TROVA ATTRAVERSO LA RETE ?" 
La cosa migliore è predisporre un questionario per il cliente, ovvero al mercato.
 
Sempre da questa recentissima indagine americana risulta che il 40% dei distributori non hanno reddito dal commercio elettronico e quasi il 10% non hanno in programma di avviare alcuna piattaforma e-commerce ". 
 
Questo dato è un po' preoccupante perchè il timore è che l'industria non si muova abbastanza velocemente per integrare il commercio elettronico in tutti gli apetti delle attività quotidiane delle aziende.  
 
In un mondo sempre più globalizzato, che vede le persone sempre più ricorrere ad internet come strumento per la ricerca alle proprie richieste ed in cui la concorrenza si fa sempre più agguerrita è necessario cercare di recuperare questo gap.
 
L'articolo fornisce anche un interessante grafico che mette in relazione la tecnologia, la predisposione e l'età dei partecipanti all'intervista, in merito al loro coivolgimento con la tecnologia necessaria nelle diverse fasi di attivazione di un e-commerce. 
 
Chiaramente salta all'occhio come la spinta maggiore per l'innovazione venga dalle generazioni più giovani anche se le generazioni con più esperienza dimostrano una buona dimestichezza con parte delle tecnologie già affermate.
 
 
QUALI SONO GLI APPLICATIVI TECNOLOGICI PIU' IMPORTANTI USATI NELLA TUA AZIENDA ?
 
 
 
 
 
Torna alla home